Vai a sottomenu e altri contenuti

VAS - Valutazione Ambientale Strategica

La Valutazione Ambientale Strategica (VAS) è un processo di valutazione ambientale introdotto dal il decreto legislativo 152/2006 recante 'Norme in materia ambientale'(recepimento della Direttiva 2001/42/CE), con l'obiettivo di garantire un elevato livello di protezione dell'ambiente e di contribuire all'integrazione di considerazioni ambientali all'atto dell'elaborazione e dell'adozione di piani e programmi al fine di promuovere lo sviluppo sostenibile.

La procedura di VAS va effettuata durante la fase preparatoria del piano/programma, anteriormente alla sua adozione o all'avvio della relativa procedura e prevede che sin dalle prime fasi dell'elaborazione di un piano, debbano essere tenuti in considerazione gli effetti che il piano stesso, una volta attuato, potrà determinare sull'ambiente. Pertanto essa è parte integrante del procedimento complessivo di approvazione del piano/programma.

Ai sensi dell'art. 11 comma 5 del Dlgs. n. 152/2006 e ss.mm.ii. 'La VAS costituisce per i piani e programmi a cui si applicano le disposizioni del presente decreto, parte integrante del procedimento di adozione ed approvazione. I provvedimenti amministrativi di approvazione adottati senza la previa valutazione ambientale strategica, ove prescritta, sono annullabili per violazione di legge.'

La Provincia di Sassari è l'autorità competente per i piani e programmi di livello provinciale, sub-provinciale e comunale. La pubblica amministrazione che elabora e/o adotta il piano/programma ed avvia il processo di valutazione ambientale strategica è invece l'autorità procedente.

Fasi della procedura

1) Avvio: l'autorità procedente trasmette alla Provincia di Sassari la comunicazione di avvio della procedura di VAS del piano/programma. L'avviso dell'avvio del procedimento deve essere pubblicato sul sito istituzionale dell'Autorità Procedente e della Provincia di Sassari;

2) Fase di scoping: con l'invio del Rapporto preliminare (o rapporto di scoping) inizia la fase di scoping nella quale autorità procedente e Provincia entrano in consultazione per individuare i soggetti con competenza ambientale da coinvolgere e definire la data per l'incontro di scoping. La fase di scoping si conclude entro un massimo di 90 giorni.

3) Elaborazione del Piano e del Rapporto Ambientale: l'autorità procedente, tenuto conto delle informazioni emerse durante la fase di scoping, elabora il Rapporto Ambientale che costituisce parte integrante del piano/programma e ne accompagna il processo di elaborazione e adozione. Il Rapporto Ambientale dovrà tener conto dello Studio di Incidenza, qualora il piano/programma interessi aree della Rete Natura 2000 (SIC, ZPS, ZSC), nonchè degli studi di compatibilità idraulica e geologica-geotecnica di cui all'art. 8 delle NTA del PAI.

4) Adozione e Deposito documentazione. L'Autorità Procedente adotta contestualmente:

  • la proposta di piano o programma
  • il rapporto ambientale
  • la sintesi non tecnica

e trasmette la documentazione, compresa la delibera di adozione, all'autorità competente (Provincia) in formato digitale e se possibile, cartaceo.

L'autorità procedente pubblica sul BURAS l'avviso di deposito, indicando il titolo del piano/programma, l'autorità procedente, l'autorità competente e le sedi ove consultare la documentazione. Tutta la documentazione deve essere resa disponibile sul sito istituzionale dell'autorità pompetente e della Provincia.

5) Consultazione: dalla data di pubblicazione sul BURAS decorrono i termini (60 giorni) per la presentazione di osservazioni, in forma scritta, da parte dei soggetti con competenza ambientale, del pubblico e del pubblico interessato. Sempre in questa fase, tra il 15° ed il 45° giorno dalla data di pubblicazione dell'avvenuto deposito sul BURAS, l'autorità procedente, può promuovere uno o più incontri pubblici per la presentazione del piano/programma e del Rapporto Ambientale ai quali parteciperanno tutti i soggetti coinvolti. La data degli incontri dovrà essere adeguatamente pubblicizzata anche attraverso pubblicazione sul sito web dell'autorità procedente.

6) Istruttoria congiunta: la Provincia di Sassari in collaborazione con l'autorità procedente svolge l'attività tecnico-istruttoria, acquisisce e valuta la documentazione e tutte le osservazioni presentate durante la fase di consultazione. È in questa fase che si valuta la necessità di un eventuale adeguamento del Piano e del Rapporto Ambientale.

Conclusione procedura di vas

La procedura di VAS si conclude con l'emissione da parte della Provincia del parere motivato con Determinazione dirigenziale, da rilasciare entro il termine di 90 giorni dalla fine della fase di consultazione. L'emissione del parere motivato è comunque vincolata al parere del Servizio Valutazione Ambientale sulla Valutazione di Incidenza ed all'approvazione, da parte dell'Agenzia del Distretto Idrografico della Sardegna, degli studi di compatibilità idraulica e geologica - geotecnica previsti dall'art. 8 comma 2 delle NA del PAI.

Obblighi dell'Autorità procedente a seguito della procedura di Vas

  • Trasmissione alla Provincia dell' adozione definitiva del Piano, del Rapporto Ambientale e del Parere Motivato;
  • Redazione della Dichiarazione di Sintesi in cui si illustra in che modo le considerazioni ambientali sono state integrate nel piano o programma e come si è tenuto conto del rapporto ambientale, delle consultazioni, nonchè le ragioni per le quali è stato scelto il piano o il programma adottato alla luce delle alternative possibili individuate nel corso della stesura dello stesso.
  • Pubblicazione sul proprio sito web della decisione finale, con indicazione della sede dove prendere visione del Piano e di tutta la documentazione oggetto di istruttoria.

Pubblicazione sul proprio sito web:

  1. del parere motivato;
  2. della dichiarazione di sintesi;
  3. delle misure adottate in merito al monitoraggio.

Piani/Programmi da sottopporre a Valutazione ambientale strategica

  • Tutti i Piani e programmi elaborati per: la valutazione e la gestione della qualità dell'aria ambiente, i settori dell'agricoltura, foresta, pesca, dell'energia, dell'industria, dei trasporti, compresi i piani regolatori dei porti di interesse internazionale, nazionale e regionale, della gestione dei rifiuti e delle acque, delle telecomunicazioni, del turismo, della pianificazione territoriale o della destinazione dei suoli e che definiscano il quadro di riferimento per l'approvazione, l'autorizzazione, l'area di localizzazione o, comunque, la realizzazione dei progetti elencati negli allegati II, III e IV del D.lgs 152/2006 e s.m.i. e successive modificazioni ed integrazioni;
  • Piani e programmi per i quali, in considerazione dei possibili effetti sui siti, si ritiene necessaria una valutazione di incidenza ai sensi della ai sensi dell' art. 5 DPR 1997, n. 357 e s.m.i.
  • Piani e programmi per i quali l'esito della verifica di assoggettabilità abbia disposto l'assoggettamento a VAS.

Procedure di VAS concluse

Requisiti

-

Costi

-

Normativa

  • Direttiva 2001/42/CE
  • D.lgs 152/06 e ss.mm.ii. - Parte II
  • 'Linee guida per la Valutazione Ambientale Strategica dei Piani Urbanistici Comunali' approvate dalla Regione Sardegna con DGR 44/51 del 14.12.2010
  • La Delibera del 07.08.2012 n. 34/33 'Direttiva per lo svolgimento delle procedure di valutazione ambientale. Sostituzione della Delib.G.R. n. 24/23 del 23.4.2008. Allegato C.'

Documenti da presentare

-

Incaricato

Dr.ssa Pina Dettori - tel. 079 2069672 mail.: p.dettori@provincia.sassari.it

Tempi complessivi

-

Termini e modalità di ricorso

-

Note

Per informazioni rivolgersi agli uffici del Settore Ambiete, Agricoltura, Servizio Pianificazione e Gestione faunisticam ed in particolare

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto